La Sezione Appassionati Trasporti è nata alla fine del 1982 quale gruppo operante all´interno del Dopolavoro Ferroviario di Udine, prefiggendosi di riunire tutti gli appassionati di trasporti ferroviari della provincia di Udine. In seguito si sono aggregati al gruppo anche appassionati delle province di Pordenone e Gorizia; attualmente conta anche aderenti residenti in altre zone d´Italia ed all´estero. Promuove verso tutti gli iscritti un´attività varia e distinta per settori, offrendo ai soci la possibilità di operare secondo i propri interessi. Perciò è presente il settore che si occupa delle ferrovie reali, italiane ed estere, e della loro storia; ad esso è collegata la sezione che si occupa delle visite tecnico-culturali presso musei ed impianti ferroviari. Un´altra attività riguarda le tecniche di ripresa di soggetti ferroviari a mezzo macchina fotografica e telecamera: alcuni soci collaborano con le riviste del settore, mentre altri realizzano filmati amatoriali, principalmente dei treni d´epoca. Esiste inoltre il settore modellismo che si occupa di tutte le scale, dalla più piccola fino al vapore vivo. Nel 1991 la SAT ha avuto in uso dalle FS una vecchia carrozza che è stata ristrutturata per essere adibita a luogo di incontro; questa carrozza è posizionata presso l´ex piano caricatore dello Scalo Sacca della Stazione di Udine. All´interno di essa è in corso di costruzione il plastico sociale che rappresenta la stazione di Chiusaforte ed una breve tratta della ferrovia Pontebbana, oggi entrambe soppresse. Sulla carrozza è anche presente una biblioteca, fornita dei principali titoli del settore ferroviario e di molta documentazione FS, ed una videoteca. Nel 1994 il Dopolavoro Ferroviario metteva a disposizione della SAT l´area verde attorno agli edifici della propria sede per realizzare il circuito per il vapore vivo. Nell´estate del 1998 erano completati i lavori dell´anello dei binari, che erano stati iniziati nel 1996 ad opera dei soci. Da quell´anno è iniziato il regolare servizio sul circuito, mentre proseguivano, secondo la disponibilità dei soci i lavori di completamento dell´impianto. Il trasferimento della sede del DLF ha comportato la sospensione del servizio e in seguito, nel 2016, lo smantellamento del circuito dopo che RFI ha chiesto la restituzione del terreno. Il gruppo dal 1996 pubblica anche un notiziario trimestrale per i propri soci: "il tender". Inoltre è in collegamento con altri Gruppi di appassionati in Italia ed all´estero. Un´altra attività della SAT riguarda l´organizzazione di treni con materiale d´epoca e trazione a vapore, diesel o elettrica. Nel 1988, dopo la collaborazione con l´A.A.T.V., la SAT ed il DLF organizzavano il primo di questi viaggi: la linea scelta era la Ferrovia Udine-Cividale e la locomotiva titolare la 880.051. Così iniziava l´effettuazione dei treni speciali che negli anni passati hanno percorso le principali linee della regione raggiungendo anche la vicina Austria. Purtroppo questa attività, si spera solo momentaneamente, è rimasta sospesa dal 1998, dopo il trasferimento deciso dalle FS delle ultime vaporiere che erano presenti nel deposito locomotive di Udine e dopo l´accantonamento di una buona parte delle locomotive elettriche con maggior valore storico presenti in regione come le E 626. Inoltre la SAT ha spesso utilizzato l´automotrice ALn 772.1004 delle Ferrovie Padane per i propri viaggi, memorabile quello del 1999 sulla Ferrara-Brescello alla ricerca di Don Camillo. Ogni anno vengono organizzate mostre modellistiche e fotografiche nei principali centri del Friuli.
Gli incontri dei soci avvengono sulla carrozza, posizionata presso l´ex piano caricatore dello Scalo Sacca della Stazione di Udine, con ingresso da viale Europa Unita 110, proseguendo fino all'inizio dei magazzini subito dopo il sottopasso di via Marsala, ogni sabato dalle ore 17.00 alle 20.00. Se le giornate di riunione sono festive ed in occasione di particolari manifestazioni la carrozza rimane chiusa.

Ubicazione della Carrozza
 
Accesso alla Carrozza